I libri per le vacanze

Tra sette giorni finalmente si va in vacanza, due fantastiche settimane nelle quali potrò finalmente dedicarmi completamente ad alcuni dei miei passatempi preferiti: leggere, scrivere, mangiare, cucinare, camminare tra montagne magnifiche, mettermi i maglioni.

Sto preparando una piccola biblioteca da viaggio e alcuni dei libri selezionati trattano sotto vari aspetti il tema della cucina.

Il clima freddo del paesino di montagna dove starò per le vacanze -altitudine: 1800 m- mi permetterà di sperimentare alcune delle zuppe di questo volume fantastico, acquistato in giugno e sul quale non vedo l’ora di mettere le mani.

E’ “Le zuppe – 600 piatti della tradizione regionale” di Slow Food Editore, della collana Ricette di Osterie d’Italia. Il riso e latte che mi cucinava la nonna, minestre con farro, ceci, fagioli, crema di porcini, crema di porri, creme di patate e altre delizie che scaldano lo stomaco e anche un po’ il cuore.

Porterò con me anche il volume “Le forme del latte – Manuale per conoscere il formaggio“, sempre di Slow Food Editore. Il formaggio è una vera e propria magia, ma come fanno ad esisterne così tanti tipi e perché alcuni sono così irresistibili?! La mia cuoriosità potrà essere soddisfatta da più di 400 pagine di spiegazioni dettagliate. Sono pronta!

Dalla teoria, torniamo alla pratica: la mia guida, a parte la curiosità e -spero- un po’ di fortuna, sarà il Mangiarozzo. Polenta, fontina DOP, tome e selvaggina, lardo con castagne al miele sono i piatti che non mi farò mancare… chissà dove me ne vado in vacanza, eh? 🙂

Porterò con me anche un romanzo che ho appena comprato, “Il ristorante dell’amore ritrovato” di Ito Ogawa, che parla di crisi e dolore superati attraverso un viaggio nella passione per la cucina. Un nuovo “Kitchen“?

Naturalmente con me ci sarà anche il cuoco, qui ritratto nella ricerca dei ceci per una zuppa montanara.

Non vedo l’ora di partire… Non credo riuscirò a scrivere altro prima della vacanza e lassù sarò completamente isolata (evviva). Ma porterò con me il computer, la macchina fotografica, il blocco per gli appunti… e tanta fame (intellettuale, s’intende…)!! Così, scrivendo della vacanza nelle settimane successive, il ritorno sarà un po’ meno traumatico, o almeno spero…

Buone ferie!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...