Hamburger de la Granda e Loverie

Una sera d’estate, con meno di 10 gradi fuori, ci siamo preparati una cena deliziosa: hamburger Giotto de la Granda, Presidio Slow Food, comprato da Eataly, e patate bollite.

Per cuocere l’hamburger basta una piastra calda o griglia, senza condimenti, o al massimo un velo di olio. Per assaporare meglio la delicatezza di questa ottima carne, si consiglia di lasciare un po’ al sangue l’hamburger.

Come contorno, abbiamo cucinato delle patate con la pentola a pressione e poi le abbiamo condite con sale, olio abbondante, aglio e rosmarino.

Dopo cena, ho degustato il mio (la mia?) Loverie ai fichi caramellati, una preparazione di ricotta Morini fatta con acqua termale e “condita” con un po’ di zucchero, con sul fondo questa marmellatina dolcissima di fichi. Nonostante la taglia ridotta, il dolce e’ davvero potente: dopo le tante patate, e’ fin troppo!

Poterlo rifare, subito, ora… in montagna… sob.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...