Agrodolce: parole buone, cibo cattivo

Questa settimana, per il rubricone Agrodolce, trovo DOLCI, perché buone, giuste (anche se inascoltate), le parole di Vandana Shiva, che ammonisce il mondo:

È necessario stoppare i brevetti e i diritti di proprietà intellettuale sulle sementi. Brevetto significa royalty, royalty significa povertà e povertà significa fame. La fame continuerà a esserci se le scarse risorse degli agricoltori e dei contadini verranno prosciugate dagli alti costi dei semi e dei prodotti chimici, pesticidi e fertilizzanti. La fame è il risultato degli elevati costi di produzione agricola e della distruzione della biodiversità necessaria per fornire alimenti e nutrizione” (via Repubblica.it)

C’è qualcuno là fuori?!

Trovo invece molto AGRO (sarà che ho appena finito di mangiare…), la community FoodPorn: dettagli untuosi e sgocciolanti di piatti XXL dagli accostamenti americanissimi, ad uso e consumo di ghiandole salivari vogliose.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...