Il potere taumaturgico della schiscetta

Sì, evidentemente sono un tipo a cui piace mangiare fuori. Ma mi piace ancora di piu’ mangiare a casa. E se non si puo’ mangiare a casa, mi porto un pezzetto di casa fuori. Bento box, tupperware, scatolotti (ma MAI usa e getta!), l’importate e’ mangiare cose piu’ o meno sane e piu’ o meno buone. Ma mi fa sentire bene e me ne sono resa conto l’altro giorno, dopo tante volte in cui mi sono ritrovata a peregrinare in giro perche’ non avevo voglia del solito panino, e invece poi inciampavo regolarmente nel solito drammatico pezzo di focaccia. Per un periodo ho perso la sana abitudine della schiscetta e ne sono pentita. Il cibo sa confortare, se l’hai cucinato con amore o qualcuno l’ha preparato per te. Questa pippa infinita per dire che a volte, se sei giu’, una zuppa o un panino con gli avanzi del giorno prima possono farti vedere le cose da una diversa prospettiva, piu’ relativa per lo meno.

Mangiare un panino onto e senza significato davanti al pc e’ triste, solo triste.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...