Risotto alle ortiche con zucchine (e fiori di)

Un fine settimana sotto una pioggerella fastidiosa, ma bello lo stesso perché siamo andati al Mercato della Terra, dove abbiamo trovato gli ingredienti per un risotto improvvisato, slow, buonissimo! E’ tutta farina del sacco di colui che divide la cucina con me questo riso alle ortiche, zucchine bianche e fiori di zucchina.

Andare al Mercato della Terra sta diventando un’abitudine, non lo definirei un vizio visto che risparmiamo parecchio a fronte della qualità dei prodotti che ci troviamo.

Ingredienti per un risotto per due persone:

140 g di riso Carnaroli
un mazzetto di ortiche
3 piccole zucchine bianche con fiore
trito di cipolla bianca
1 spicchio di aglio
burro
brodo di verdure
sale e pepe

Innanzitutto bisogna trovare le ortiche: in città non è semplicissimo, ma con un po’ di pressing sul fruttivendolo di fiducia si possono ottenere. Corteggiatelo, riempitelo di complimenti, passate da lui tutti i giorni; se non vi denuncerà per stalking, le ortiche saranno vostre in circa due settimane (stima per un fruttivendolo di mezza età e mediamente burbero).

Naturalmente le ortiche vanno maneggiate con attenzione, responsabilmente: ad esempio noi abbiamo fatto la simpatica scoperta che il loro potere urticante passa attraverso i sacchetti di plastica… potevamo arrivarci anche prima, ma abbiamo preferito sperimentare tramite metodo empirico.

Come si puliscono le ortiche? Su consiglio della gentile signora del Mercato, abbiamo eliminato i rametti, tenendo solo le foglie. Dopo averle lavate bene, le abbiamo scottate in acqua bollente (senza sale) per poco meno di un minuto. A questo punto le ortiche non sono più dannose, sono solo buone.

Scoliamole, ma senza strizzarle, per conservare un po’ della loro acqua.

Bollite le ortiche, si parte con il risotto: trito di cipolla, aglio in un fondo d’olio. Poi si butta il riso nella pentola e si fa tostare per circa 5 minuti, continuando a mescolare perché non si attacchi e aspettando che diventi quasi dorato.

A questo punto si aggiungono le zucchine, tagliate a pezzetti grossolani, e si fanno saltare con il riso per altri due minuti. Ora è il momento di aggiungere un mestolo di brodo, le ortiche bollite e continuare ad innaffiare il riso con il brodo fino a cottura quasi ultimata e salando un po’, se serve.

Arrivati alla cottura perfetta e spento il fuoco, aggiungiamo un pezzetto di burro per la mantecatura, i fiori di zucchina tagliati a pezzetti e un pizzico di pepe.

Come decorazione, una punta di fiorellino di zucchina tenuta da parte… tanto gli basterà un giro sotto il risotto bollente per cuocere a sufficienza.

Il gusto del risotto è delicato, ma intenso e la sua consistenza così cremosa… Le ortiche si sciolgono, letteralmente, come le cime di rapa per capirci.

Insieme al riso abbiamo bevuto dell’ottimo Friulano, della Cantina dove siamo andati qualche tempo fa con le damigiane nel baule (ma questo è già il vino nuovo).

La prossima settimana sarò in pole position all’apertura del Mercato della Terra con le mie sportine di stoffa per fare incetta di nuovi ingredienti e sperimentare ancora! Grande entusiasmo, sìsì.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...