Zuppa imperiale: l’impero colpisce ancora

La zuppa imperiale fatta in casa

La zuppa imperiale fatta in casa

Solo l’anno scorso ho scoperto la zuppa imperiale, una preparazione gustosa da assaporare con un buon brodo di carne, alternativa a tortellini o passatelli. Ha l’aspetto di un pan di spagna tagliato a quadratini e una consistenza che gli permette di non sciogliersi nel brodo come il pane, ma solo di inzupparsi.

E poi questo nome… In effetti è molto ricca, non una cosa da mangiare tutti i giorni ma per le feste comandate sì, magari a Natale!

*** Disclaimer: non sto iniziando a parlare di Natale con tutto questo anticipo ***

La zuppa imperiale si produce e consuma soprattutto a Bologna e in altre città dell’Emilia-Romagna: risiedo in regione da un po’ e l’avevo osservata interessata attraverso le vetrine più belle e scintillanti delle gastronomie del centro, ma anche al supermercato, e solo l’anno scorso l’ho assaggiata con il brodo di carne, la sua metà della mela.

Questo fine settimana ho preparato in casa la zuppa imperiale e farla è stato facile: il risultato è del tutto simile alla zuppa imperiale in commercio e si risparmia parecchio.

Ingredienti per 4 porzioni di zuppa imperiale:

80 g di semola di grano duro + altra per la teglia
100 g di Parmigiano Reggiano grattugiato + altro per il piatto
3 uova grandi (o 4 piccole)
due noci di burro
noce moscata
sale
25 g di mortadella (opzionale)

Prima di tutto bisogna sbattere i rossi d’uovo con il Parmigiano grattugiato e poi aggiungere la semola, una noce di burro ammorbidito e, se si vuole, la mortadella sminuzzata. A questo punto va aggiunta una grattatina di noce moscata e un pizzico di sale. A parte vanno montati a neve i bianchi d’uovo e aggiunti all’impasto mescolando piano e dal basso verso l’altro.

Ho usato una teglia rotonda di 28 cm di diametro, l’ho unta con la seconda noce di burro e cosparsa di semola, poi ho versato l’impasto.

Ho cotto la zuppa imperiale a 180° C nel forno già caldo per circa 20 minuti, finché è diventata dorata all’esterno. Ho fatto la prova dello stecchino per verificare che fosse cotta.

Dopo la cottura, occorre far raffreddare il nostro pan di spagna imperiale, se possibile su una gratella per farlo asciugare un po’. Quando l’impasto è a temperatura ambiente, va tagliato a cubetti di circa mezzo centimetro di lato.

Per consumare la zuppa imperiale dobbiamo scaldare il brodo e poi immergervi i cubetti e lasciarli sul fuoco per un paio di minuti.

E’ deliziosa, vi consiglio di provarla anche senza mortadella perché è già molto ricca così com’è. Si conserva in frigorifero per tre/quattro giorni in un contenitore chiuso. Se non la mangiate subito, meglio non tagliarla a cubetti così resta più fresca!

Ah, e il brodo… mi raccomando, siamo seri con il brodo 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...