Incontri Tour nelle botteghe storiche di Bologna

Sabato ho fatto la turista nella mia città, grazie a Incontri Tour a Bologna, organizzato da Sanpellegrino!

Il tour al quale ho partecipato prevedeva una piccola biciclettata per scoprire alcune botteghe storiche di Bologna.

Siccome da anni quando cammino per Bologna ho gli occhi a forma di cuore (tipo Sailor Moon quando vede Milord), questa mi è sembrata una bella occasione per guardare la mia amata da un’angolazione diversa e magari conoscerla un po’ di più.. E’ stato proprio così, perché con Incontri Tour abbiamo attraversato le vie del centro per le quali cammino sempre, ma grazie alle guide che erano con noi e ai racconti dei bottegai ho scoperto molti dettagli in più!

image

La bomba d’acqua era alle spalle, sabato mattina soffiava una delicata brezza che non faceva presagire l’arrivo dell’altra bomba, quella di calore, e verso le 10 mi sono graziosamente avviata al punto di ritrovo, La Torinese 1888, dalle parti di Piazza Maggiore, dove ho incontrato la mia compagna per questa avventura, una fiammante bicicletta Montante Cicli bianca. Sono nel mio periodo bianco, ho scelto lei.

image

Poco dopo il nostro incontro siamo partite, in direzione prima bottega, l’Antica Drogheria della Pioggia, all’angolo tra via Galliera e via de’ Falegnami. Ecco, devo proprio dire che si tratta di uno di quei posti davanti ai quali passi 1000 volte ma magari, anche per imbarazzo, non entri a curiosare, ti ripeti sempre che quando ti servirà qualcosa di specifico lo farai ma provi un certo timore reverenziale. La storia può mettere in soggezione!

imageSiamo stati accolti dal proprietario, che ci ha raccontato la lunghissima storia della bottega e della sua famiglia e ho capito che avere timore è sempre sbagliato, in particolare se parliamo di esercizi pubblici: entrare a curiosare, fare domande, fa parte del loro modo di intendere il commercio. Poi ho visto gli scaffali pieni di merci… che meraviglia!
image

imageScatoline, dettagli sui quali sarebbe stato bello soffermarsi per qualche ora..
image

E via che si riparte, verso il Quadrilatero, verso l’Antica Aguzzeria del Cavallo.
image
..un altro di quei negozi con tantissimi articoli per la cucina e non solo, davanti alla cui vetrina mi sono fermata molte volte. Scoprire che il nome deriva dall’attività storica dell’affilatura dei coltelli, che veniva eseguita da una macchina azionata da cavalli, è stato solo uno dei dettagli che la padrona di casa ci ha regalato. Dovete affilare un coltello? Il cavallo non c’è più, ma questo servizio c’è ancora.

image

wpid-wp-1404294225884.jpeg

Ripartiamo? Ultima bottega storica, la mitica Ferramenta Castaldini, della quale avevo già parlato qui! La storia di questa Ferramenta si è svolta sempre all’ombra delle due torri, fino all’approdo in Strada Maggiore.
image
Volete un tagliabiscotto?
image
Un pomello? Un appendiabiti?image

E dopo l’interessante terza tappa, era giunto il momento di ristorarci un po’ ai Giardini Margherita, accolti dai rinfrescanti Incontri (questa volta da bere e non da pedalare).IncontriTourGrazie a Sanpellegrino per questa opportunità interessante e ben studiata di conoscere una parte di Bologna che, oltre ai negozi che abbiamo visitato noi, è decisamente tutta da scoprire!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...