Biscottini al cacao (poco) per la colazione

M'ama o non m'ama?

M’ama o non m’ama?

Ho passato un bel fine settimana ad esplorare luoghi interessanti nella mia cara Bologna, per lo più negozietti che mi piacerebbe raccontare in un post più avanti, magari in vista del Natale… (ci sono cascata di nuovo? Aspetterò almeno il 24 novembre, promesso).

Picco del weekend, avevo quasi trovato un tavolo per la cucina, peccato per l’etichetta “venduto” appiccicata dietro 😦 Era così bello, ma la cucina per il momento resta vuota. Anche su questo ci torneremo…

Una cosa più concreta è stata la preparazione dei biscotti per la colazione con una puntina di cacao.

Io di solito mangio il pane con la marmellata, ma la mia metà preferisce inzuppare i biscotti nel latte così ho deciso di sperimentare qualche ricetta per evitare di acquistare e mangiare i biscotti del supermercato.

Ecco la ricetta dei biscottini che ho preparato:

200 g di farina 00
100 g di burro
75 g di zucchero
25 g di cacao in polvere
2 uova

La preparazione dei biscotti è molto facile: occorre amalgamare bene il burro ammorbidito con un uovo intero e un tuorlo, poi aggiungere la farina, lo zucchero e il cacao. Otteniamo una pasta frolla marroncina lavorando velocemente il tutto, meglio con un’impastatrice o con un cucchiaio. Copriamo e lasciamo in frigorifero il panetto per almeno un’ora.

Tiriamo fuori il panetto, stendiamolo e facciamo i biscotti con le formine. I biscotti vanno cotti circa 10-12 minuti a 180° C.

Il risultato è una frolla un po’ più friabile rispetto a quella per dolci da pasticceria, i biscotti non sono particolarmente dolci e secondo me sono adatti alla colazione, magari da alternare con colazioni senza burro come il mio pane e marmellata.

Averli in casa è dura, meglio chiuderli nell’antina della colazione e dimenticarli fino alla mattina.

Annunci

Biscotti invasati

Ho rifatto i biscotti, che chiudono ufficialmente le feste: sono stati il regalo di Natale per alcuni amici che non sono riuscita a vedere fino al giorno dopo l’Epifania. E li ho messi in vasi di vetro, spero utili per altri usi. Nulla di speciale forse, ma mi è piaciuto tanto fare i biscotti quest’anno! Il 2011 è l’anno del biscotto?

Ho usato la stessa ricetta dell’altra volta, ma per questa sessione di biscottamento ho volutamente lasciato la pasta frolla in frigorifero due giorni a riposare: alla prima esperienza è stato un caso, ma lo farò sempre d’ora in poi, non c’è storia…si ottengono biscotti molto più compatti e friabili.

Ho lasciato alcuni biscotti “al naturale”, altri sono stati guarniti con cioccolato bianco fuso, cioccolato fondente fuso, altri ancora li ho fatti bi-color!

Grazie a questi biscotti (o, per meglio dire, alle persone alle quali li ho regalati) il mio anno (l’anno inizia davvero solo dopo la Befana) è cominciato in modo sereno e divertente.

Basta poco, o basta farselo bastare! Spero in un 2011 invasato!

Un buon Natale con i biscotti: l’epica preparazione

Anche quest’anno ho preparato in casa alcuni regali di Natale, un modo facile e, perché no, economico di fare gli auguri, una cosa che aspetto con ansia più o meno per 11 mesi.

Mi sono cimentata con i biscotti di pasta frolla per gli amici, usando una delle ricette di Luca Montersino, dal suo libro Peccati di gola, che spiega le preparazioni di base della pasticceria in tante varianti. Questo libro mi è piaciuto subito perché non spiega solo il “come” della pasticceria, ma anche il “perché” e la chimica degli ingredienti.

continua a leggere…