Biscotti invasati

Ho rifatto i biscotti, che chiudono ufficialmente le feste: sono stati il regalo di Natale per alcuni amici che non sono riuscita a vedere fino al giorno dopo l’Epifania. E li ho messi in vasi di vetro, spero utili per altri usi. Nulla di speciale forse, ma mi è piaciuto tanto fare i biscotti quest’anno! Il 2011 è l’anno del biscotto?

Ho usato la stessa ricetta dell’altra volta, ma per questa sessione di biscottamento ho volutamente lasciato la pasta frolla in frigorifero due giorni a riposare: alla prima esperienza è stato un caso, ma lo farò sempre d’ora in poi, non c’è storia…si ottengono biscotti molto più compatti e friabili.

Ho lasciato alcuni biscotti “al naturale”, altri sono stati guarniti con cioccolato bianco fuso, cioccolato fondente fuso, altri ancora li ho fatti bi-color!

Grazie a questi biscotti (o, per meglio dire, alle persone alle quali li ho regalati) il mio anno (l’anno inizia davvero solo dopo la Befana) è cominciato in modo sereno e divertente.

Basta poco, o basta farselo bastare! Spero in un 2011 invasato!

Un buon Natale con i biscotti: l’epica preparazione

Anche quest’anno ho preparato in casa alcuni regali di Natale, un modo facile e, perché no, economico di fare gli auguri, una cosa che aspetto con ansia più o meno per 11 mesi.

Mi sono cimentata con i biscotti di pasta frolla per gli amici, usando una delle ricette di Luca Montersino, dal suo libro Peccati di gola, che spiega le preparazioni di base della pasticceria in tante varianti. Questo libro mi è piaciuto subito perché non spiega solo il “come” della pasticceria, ma anche il “perché” e la chimica degli ingredienti.

continua a leggere…

Unpacking Eataly: gli acquisti per la montagna

La spedizione agostana a Torino si conclude con la visita culturale a Eataly.

In realta’ prima ci siamo inoltrati alla volta del Caffè Cioccolateria Al Bicerin – Locale Storico dal 1763. Inseguendo le indicazioni del navigatore (avevamo lasciato le guide in macchina, tanto c’e’ il navigatore!) sotto il sole, siamo giunti fino a questa profezia… in effetti ci sembrava davvero cosi’ in quel momento.

continua a leggere…